top of page

IL POTERE DELL’OCT PANORAMICO NEL TROVARE I FORI RETINICI NASCOSTI

Aggiornamento: 4 mar





Il distacco di retina regmatogeno è causato da un insieme di fattori di cui il principale è la

formazione di uno o più fori sulla retina. Attraverso i fori il vitreo più liquido passa e stacca la retina dalla sua parete.


La chirurgia del distacco di retina regmatogeno è mirata a CHIUDERE I FORI RETINICI.


E’ quindi essenziale individuare il foro causale per poter svolgere l’intervento.


Può accadere che il foro sia estremamente piccolo e risulti NON VISIBILE alla visita preoperatoria con i classici metodi di osservazione del fondo con lampada a fessura e lenti o con l’oftalmoscopio indiretto e lenti.


Un Paziente di 56 anni, operato di cataratta da qualche anno, mi viene inviato per distacco di

retina inferiore e temporale (laterale) non ancora coinvolgente la macula.


Tali forme di distacco sono particolarmente urgenti perché se si risolvono prima del coinvolgimento della retina centrale (macula), la vista rimane molto più preservata.


Il problema era che l’Oculista inviante non riusciva a trovare il foro causale.


All’arrivo in clinica, abbiamo dilatato la pupilla.


Alla visita con lampada a fessura e lenti non si vedeva nessun foro.


Alla analisi con retinografia panoramica, non si vedeva nessun foro.


Parte della difficoltà era legata alla presenza di opacità della capsula attorno al bordo del

cristallino artificiale impiantato nell’intervento di cataratta. Inoltre il gel vitreo, come sempre

accade nei distacchi di retina, diventa più torbido e pieno di corpi mobili gelatinosi e opachi.


Retinografia a colori: retina ovunque accollata.




Retinografia a colori: retina staccata inferiormente.

Poco visibile per opacità inferiori.


Ho la fortuna di avere delle Ortottiste bravissime, con ottimo traininig in imaging, che con grande pazienza hanno eseguito un OCT panoramico, ossia una scansione attenta di tutta la retina.



Dopo circa mezz’ora di analisi con OCT, hanno trovato il piccolo foro nascosto.




Era fatto a fessura ed era coperto da vitreo gelatinoso.


Aver trovato il foro, localizzato alle ore 9, guardando la retina come fosse un orologio, ci ha permesso di creare una strategia chirurgica: una applicazione di criotrattamento sul foro, una

iniezione di gas dentro la camera vitrea, e una paracentesi di umore acqueo per garantire la

corretta pressione intraoculare.


In 10 minuti la procedura era fatta in anestesia topica.


Il Paziente è stato messo in posizione orizzontale sul fianco dell’occhio controlaterale, in modo che la bolla di gas spinga contro il foro.


La tecnologia di imaging widefield, o panoramica, ha rivoluzionato il mio modo di osservare i pazienti permettendo un approccio ancor più metodico, preciso e efficace

OCT panoramico che mostra la parte centrale (macula) attaccata e un distacco di retina inferiore.

537 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page